Registro Unioni Civili Roma, ok Consiglio Comunale

registro unioni civili roma 3

Roma avrà il suo registro delle unioni civili.

Via libera dell’assemblea capitolina all’istituzione nella Capitale del registro delle Unioni Civili.

A dare l’ok al provvedimento, voluto dal sindaco Ignazio Marino e preceduto da mesi di polemiche, la maggioranza di centrosinistra e M5s che ne sono anche promotori.

Hanno votato contro Ncd, Fi e Fdi.

Si è astenuta la Lista Marchini.

Per Il sindaco Marino, “Roma, con il suo esempio, spera di poter contribuire a sbloccare le titubanze dei legislatori”. In aula tra il pubblico anche Nichi Vendola.

registro unioni civili roma

  • Marino, finalmente, amore uguale per tutti

La Capitale dà segnale, in prima linea sul fronte dei diritti. ”Finalmente anche Roma si dota di un registro delle unioni civili. E’ un risultato atteso da tempo, che pone Roma sempre più in prima linea sul fronte dei diritti degli individui e del riconoscimento dei legami affettivi stabili. La Capitale dà il segnale che, in questa città, l’amore è uguale per tutti”. Così il sindaco Ignazio Marino.

Palloncini colorati a forma di cuore lanciati in aria e sullo sfondo il Campidoglio. Ma anche un girotondo attorno al Marco Aurelio sulle note di Bella Ciao.

registro unioni civili roma 1

La festa per l’approvazione della delibera sulle unioni civili si è spostata dall’Aula Giulio Cesare in piazza. Decine e decine di manifestanti pro unioni civili hanno festeggiato sotto Palazzo Senatorio l’ok al provvedimento dato dal consiglio comunale di Roma.

C’è chi ha portato palloncini colorati a forma di cuore, chi invece ha preferito ballare e fare un girotondo attorno alla statua del Marco Aurelio. In piazza la consigliera comunale Imma Battaglia, prima firmataria della delibera sulle unioni civili, e l’ex parlamentare Vladimir Luxuria.

  • M5S, Roma è 160ma città,meglio tardi che mai

“È’ stata una maratona durata 18 mesi, Roma è la centosessantesima città ad approvare il registro delle unioni civili. Meglio tardi che mai”. Lo ha detto la consigliera del M5S Virginia Raggi, tra i firmatari della delibera sulle unioni civili, approvata oggi.

registro unioni civili roma 2

Secondo l’ex Ministro Maurizio Gasparri(FI) il  registro Roma non ha valore.

«Ignazio Marino continua a ridurre un tema serio, quale le unioni tra persone dello stesso sesso, a mero fatto di propaganda. Dopo la trascrizione dei matrimoni celebrati all’estero, oggi arriva l’introduzione del registro per le unioni civili: tutte iniziative assunte senza alcun titolo e, di fatto, prive di valore giuridico». Così la deputata di Forza Italia Annagrazia Calabria. «Se Marino vuole davvero che la Capitale d’Italia diventi un esempio – prosegue -, potrebbe iniziare ad amministrarla come si deve. E, invece, il sindaco sceglie sempre la strada più breve: quella del sensazionalismo. E questo creando tensioni istituzionali, e mettendosi, illegittimamente, davanti al legislatore».

 

Lascia un commento

*

Privacy Policy