Questo sito contribuisce alla audience di

Perfezionamento estetico

Perfezionamento esteticoIl termine Estetica deriva dalla parola greca “aesthetica” che significa letteralmente sensazione ed il suo verbo indica percepire attraverso la mediazione del senso. Infatti, il termine così come lo conosciamo, riguardava originariamente l’uso dei sensi. Tutt’ora invece fa parte della filosofia, o meglio un settore di essa, che si occupa della conoscenza della bellezza, naturale o artistica.

Al giorno d’oggi parlando di estetismo e di bellezza si fa subito riferimento al nostro corpo visto come oggetto che viene modellato per essere mantenuto in condizioni ottimali e far si che tenda alla perfezione. Dato l’aumento di interventi di chirurgia estetica per perfezionare o rimuovere elementi ritenuti inusuali o fuori dai canoni di bellazza, oggi possiamo ricorrere a tantissime pratiche estetiche che permettono di cambiare il nostro corpo anche a livello permanente.

Una di queste pratiche che sta diventando molto diffusa specialmente in italia, è conosciuta come “Anal Bleaching” o meglio sbiancamento anale. Ciò che ha fatto diventare lo sbiancamento una tecnica o pratica di successo sono stati principalmente due avvenimenti: in primis, il boom di richieste di interventi in ambiente pornografico e la popolarità della Brazilian Wax o ceretta, che consiste nella depilazione integrale da parte di uomini e donne, i quali, non contenti di ritrovarsi l’orifizio anale di una tonalità più scura una volta eliminati i peli, perché ritenuto antiestetico, decisero di depigmentare l’area trattandola chirurgicamente.

Quali sono le cause?

È necessario comprendere che crescendo e invecchiando, così come in natura, evolviamo in modo autonomo e spesso con variazioni o alterazioni che non sempre gradiamo e accettiamo. Nel caso del nostra area interessata, il fondoschiena, la cause di una pigmentazione più scura possono essere molteplici: l’età, i livelli ormonali, le modalità di rasatura, l’obesità, pelle dalle tonalità più scure, la gravidanza, anche indumenti stretti e sudorazione, sono tra le cause di una mucosa anale dalla colorazione marcata.

Nell’individuo adulto a differenza del bambino, è normale constatare come la mucosa anale scivoli all’esterno e la pelle possa essere più scura, con grinze, pliche o essere rugosa, tutto ciò fa parte della nostra “maturazione” e non deve essere presa come fatto singolare collegato a qualche patologia. Questo per sottolineare che prima di buttarsi in interventi estetici di questo tipo e sempre meglio valutare le cause, magari rivolgendosi ad uno specialista.

Fare attenzione alle tecniche e ai loro effetti

Le diverse tecniche di sbiancamento anale, quali creme, laser e peeling chimici sembrano essere più o meno efficaci, come sempre i risultati variano da persona a persona, ma non sono del tutto privi di effetti indesiderati, raccomandiamo quindi di fare sempre molta attenzione, qualsiasi tecnica si scelga, informarsi bene e rivolgersi anche al proprio medico per una consultazione. Ad esempio, alcune creme possono contenere mercurio o idrochinone, sostanze che vengono proibite in paesi come Italia, Francia e Regno Unito perché considerate cancerogene anche se utilizzate in basse concentrazioni, inoltre non è da escludere le possibili reazioni allergiche o intolleranze al prodotto. Se parliamo invece di peeling, ciò che viene utilizzato in questa tecnica sono dei particolari acidi come il glicolico, mandelico o azelaico, i quali risultano essere dolorosi anche se totalmente sicuri. Infine, l’impiego dei laser, è considerato da tutti la più efficace e sicura rispetto alle altre, tuttavia è importante considerare che andando a trattare una zona molto sensibile, se l’intervento verrà eseguito con noncuranza o in modo sbagliato, può esserci il rischio di incorrere in disturbi, infezioni ed herpes.

 

Articolo scritto da Redazione