USA: Michelle Obama lancia campagna per bere più acqua

103

Michelle Obama ha scelto oggi una scuola nell’evocativa località di Watertown (città dell’acqua), nel Wisconsin, per lanciare assieme all’attrice Eva Longoriauna nuova campagna salutista

bere_acqua

 

Non solo cibo sano, ma anche più acqua da bere.

Michelle Obama ha scelto oggi una scuola nell’evocativa località di Watertown (città dell’acqua), nel Wisconsin, per lanciare assieme all’attrice Eva Longoria una nuova campagna salutista.

Alla base della nuova iniziativa della first lady americana vi è un rapporto secondo il quale un quarto dei bambini americani non beve mai acqua, mentre gran parte della popolazione beve la metà di quanto dovrebbe.

PERCHE’ BERE ACQUA
C’è da ricordare, soprattutto a noi donne, che l’acqua è probabilmente l’elemento più efficace per perdere peso definitivamente. Sebbene la maggior parte di noi lo dà per scontato, l’acqua può essere l’unica vera “pozione magica” per la perdita definitiva del peso in eccesso. L’acqua elimina lo stimolo dell’appetito in maniera naturale e aiuta il corpo a metabolizzare il grasso accumulato.

Ecco perché: se non si assume una quantità di acqua sufficiente, i reni non funzionano in maniera corretta.

E quando i reni non lavorano bene, una parte della loro funzione viene eseguita dal fegato.

Una delle principali funzioni del fegato è quella di metabolizzare parte del grasso immagazzinato e trasformarlo in energia utilizzabile dal nostro corpo. Ma se il fegato è impegnato nell’assolvere alle funzioni dei reni, esso non può espletare le sue specifiche funzioni a pieno regime. Di conseguenza il fegato metabolizza meno grassi ( “brucia meno grassi”) e il grasso si accumula nel corpo, impedendo la perdita di peso.

Bere la giusta quantità di acqua è la soluzione migliore per evitare la ritenzione dei liquidi. Quando l’acqua è insufficiente, il nostro corpo reagisce automaticamente per non disidratarsi e comincia a trattenere ogni singola goccia. L’acqua si accumula allora negli spazi extracellulari (al di fuori delle cellule) e questo si evidenzia con il gonfiore delle estremità: piedi, gambe e mani.

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.