Questo sito contribuisce alla audience di

Gravidanza e alimentazione: Canederli di baccalà

Ingrediente principale della ricetta di oggi il baccalà.

Un pesce povero di grassi, ricco di Omega3, minerali (calcio, ferro, fosforo, iodio) e vitamine: un alimento ideale anche in gravidanza.

Sotto sale o congelato la prima accortezza, quando si cucina, è l’eliminazione del sale.

Se usate il congelato, sarà sufficiente una volta scongelato, una breve sciacquata. Se invece preferite usare il baccalà sotto sale il procedimento è più lungo e potrebbe richiedere diverse ore.

La ricetta prende ispirazione da una mia passione di sempre: i canederli, e così ho pensato di proporvi una versione rivisitata con questo pesce, buon appetito.

Canederli di Baccalà

Ingredienti  (per 16 canederli)
500 grammi di baccalà congelato
150 grammi di pane raffermo tagliato a dadini
1 uovo
2 cucchiai di farina
2 noci di burro
1 spicchio di aglio
prezzemolo
sale e pepe q.b.

Procedimento

In una terrina unire il pane con il prezzemolo tritato e lavato.
Mescolare bene.
Se necessario lasciate il baccalà in ammollo in acqua per togliere l’eccesso di sale.
Tagliare a tranci di piccole dimensioni. Eliminare le spine.

Sciogliere il burro in una padella antiaderente dai bordi alti.

Unire i pezzi di baccalà e cuocere a fiamma moderata coprendo con un coperchio per circa 5 minuti. Girate i pezzi a metà cottrua.

Scolatelo dal burro e unitelo al pane sbriciolandolo con le mani ed eliminando eventuali spine.

Versate il burro sciolto nella terrina con un passino. Mescolate bene con le mani.

Unite l’aglio tritato e l’uovo e mescolate nuovamente.

Lasciate riposare almeno 30 minuti.

Preparate ora i canederli, creando tante palle con il composto, e lasciateli riposare altri 5 minuti.

In una pentola dai bordi molto alti preparate un brodo vegetale in cui avrete unito gli eventuali scarti del pesce. Quando l’acqua bolle, passatela e filtrate verdure e pezzi del pesce e versatela in un’altra pentola.

Immergete i canederli nel brodo bollente. Attenzione a non versarne troppi insieme, immaginate di metterne tanti quanto servano per coprire la circonferenza della pentola. Se necessario cuocete in due o tre momenti.

Lasciate cuocere per circa 10 minuti.

Servite con dei pomodorini freschi saltati in padella.

Tania Valentini

Spylong

Articolo scritto da Redazione