Questo sito contribuisce alla audience di

Wizzo: la recensione dell’innovativo scopino igienico per il WC

Wizzo: la recensione dell’innovativo scopino igienico per il WC

wizzo-linnovativo-scopino-igienico-per-il-wc-2

Lo scopino per il WC: è presente nella case di tutti noi e rappresenta in assoluto l’oggetto più antigienico che si cela tra le mura domestiche ma, allo stesso tempo, si tratta di un accessorio indispensabile.

Ormai da anni gli architetti di interni cercano di studiare soluzioni per rendere la presenza di questo oggetto nel bagno più discreta e gradevole, ma anche per agevolare la pulizia di una delle stanze della casa in cui l’igiene rappresenta un elemento irrinunciabile.
Il cosiddetto idroscopino a muro è un sostituto perfetto dello scopino tradizionale, ma i costi necessari per la sua installazione lo rendono una soluzione spesso improponibile per l’ambito domestico.
Ancora una volta, l’idea che promette di rivoluzionare l’igiene del WC nasce in Italia e fonde in modo sapiente funzionalità e stile, dando vita ad un nuovo accessorio per il bagno: Wizzo.
Wizzo non è altro che un piccolo “idrogetto a mano” che consente di pulire le superfici interne del WC con un getto d’acqua attivato manualmente, con tutti i vantaggi offerti dall’idroscopino, ma abbattendone i costi di messa in opera e manutenzione.
Di seguito, proponiamo la nostra recensione di questo nuovo complemento di arredo per il bagno. Abbiamo testato Wizzo nella versione nera con base bianca, perfetta per il nostro bagno moderno su toni neutri del grigio.

Come è fatto Wizzo?

In apparenza, Wizzo è molto simile ad uno scopino per il WC di design: quando non viene utilizzato, Wizzo rimane alloggiato nell’apposita basetta che funge anche da serbatoio, realizzata in materiale plastico satinato e disponibile in varie combinazioni cromatiche; il corpo di Wizzo è rappresentato da una lancia in alluminio anodizzato e acciaio inox, composta da un elemento fisso e da un’asta a scorrimento sormontata da un pomello. All’estremità opposta, è presente il piccolo ugello che produce il sottile getto d’acqua igienizzante.

Di dimensioni e peso ridotto (circa 300 grammi), Wizzo si distingue per il piacevole design moderno: linee leggere e forme molto essenziali lo rendono un vero e proprio oggetto di arredamento, senz’altro perfetto per completare il look di un bagno arredato in chiave moderna, ma adatto anche a stanze dallo stile più semplice e tradizionale.

Come funziona Wizzo?

Utilizzare Wizzo per pulire il WC dopo l’uso può sembrare macchinoso di primo acchito, ma in realtà l’operazione risulta semplice e veloce. Ci si abitua subito ad utilizzare Wizzo e ben presto lo scopino tradizionale sembra obsoleto e assolutamente repellente!
Questo breve video mostra come è intuitivo l’utilizzo di Wizzo:

In sostanza, dopo aver usato lo sciacquone come di consueto, occorre solo azionare il meccanismo di ricarica di Wizzo, afferrandone il pomello e spingendolo in basso: automaticamente, l’acqua viene aspirata all’interno dell’asta. Il pomello risale verso l’alto e, una volta raggiunta la fine della guida, basta sfilare Wizzo dalla sua basetta, orientarlo verso l’interno del WC e premere con il palmo della mano sulla parte superiore per generare un getto d’acqua pressurizzata potente e preciso.

Per imparare ad usare Wizzo alla perfezione basta solo un po’ di pratica e, esattamente come atteso, il suo sistema ad acqua pressurizzata permette di pulire le pareti interne del WC anche attraverso il flusso dello scarico, sia sopra che sotto il livello dell’acqua.

Nella basetta di Wizzo deve sempre essere presente una quantità sufficiente di acqua. Per ricaricarla, basta mettere la basetta sotto al rubinetto del lavandino e aggiungere semplice acqua fredda fino a riempirla completamente. La capacità totale del serbatoio è pari ad un litro e, considerando che ad ogni pulizia Wizzo utilizza circa 80 ml d’acqua, la basetta deve essere riempita nuovamente circa ogni 12 erogazioni.

Un particolare molto interessante è rappresentato da una funzione extra di Wizzo, quella di profumatore per ambienti.
Il meccanismo è molto semplice e perfetto per profumare il bagno senza ricorrere a prodotti chimici: basta profumare un piccolo cordoncino in cotone con qualche goccia dell’olio essenziale preferito e posizionarlo nell’apposito scompartimento, svitando il coperchietto dell’asta.
Quando si ricarica Wizzo, l’aria attraversa l’asta e diffonde l’aroma in tutta la stanza, così non solo si ottiene un WC perfettamente pulito, ma anche un bagno profumato con una soluzione perfettamente green.

Wizzo: è davvero efficace?

La nostra recensione di Wizzo non può dirsi completa senza un parere oggettivo sulla sua efficacia.
Wizzo è davvero molto semplice da utilizzare tanto da essere perfettamente adatto anche ai bambini dai 6 anni in su. Il sistema ad acqua compromessa rimuove ogni minima traccia di sporco dopo l’uso del WC con un solo passaggio, senza che sia necessario strofinare o azionare più volte di seguito lo scarico, così si evitano anche inutili sprechi d’acqua.

Il punto di forza di Wizzo rimane però l’igiene: in effetti, Wizzo non viene mai a contatto con lo sporco e non rischia di essere contaminato dai microrganismi che invece, inevitabilmente, colonizzano lo scopino tradizionale. In più, la forza e la precisione del getto d’acqua prodotto eliminano il rischio di produrre schizzi indesiderati, garantendo che tutte le impurità rimangano sempre limitate all’interno del WC.

Il prezzo di Wizzo

Wizzo può essere acquistato online sull’e-shop Wizzo.eu ad un prezzo molto conveniente ed in linea con quello di un qualunque scopino di design.
Se anche voi siete stanchi di dedicare ore ed ore alla pulizia del vaso e dello scopino senza mai avere la certezza di un’igiene totale, vale sicuramente la pena sperimentare le potenzialità di questo innovativo prodotto.

Articolo scritto da Redazione