Questo sito contribuisce alla audience di

Lavorare in viaggio: il kit per un ufficio portatile

Lavorare in viaggio: il kit per un ufficio portatileAlcuni lavori possono richiedere spostamenti continui e, dunque, una certa capacità di adattamento e propensione al sacrificio, necessarie per riuscire a lavorare e a svolgere i propri compiti in qualsiasi situazione.

La pazienza, dunque, non dovrebbe mancare perché alle volte la situazione può diventare snervante. Sarà capitato a tutti in aereo di dover sopportare il tizio davanti che abbassa il suo sedile reclinabile proprio quando inizi a lavorare ad un progetto urgente sul portatile.

A venirci in aiuto però non è solo una buona dose di pazienza, ma anche la tecnologia che può semplificarci la vita in diverse situazioni: ecco perché oggi vedremo insieme una serie di gadget che sanno sempre come rivelarsi molto utili.

Adattatore da viaggio: chi gira per il mondo come un globetrotter sa bene che… paese che vai, presa che trovi. Per questo motivo, il primo gadget indispensabile nel kit del lavoratore itinerante è un adattatore universale, utilissimo per non rimanere mai senza corrente e avere sempre con sé la spina giusta.

Organizer – beauty case da viaggio: non sarà propriamente un gadget tecnologico, ma si sa che in viaggio l’organizzazione è fondamentale. Per questo una borsetta da viaggio dai tanti scomparti ben organizzati e divisi da aprire al momento giusto può essere davvero l’arma segreta. Ora sì che potrai smettere di cercare il tuo spazzolino in ogni tasca della valigia.

Power bank: viaggiare senza smartphone o tablet? Inconcepibile, per un lavoratore. Dunque, per evitare che possano scaricarsi nei momenti clou, che conviene dotarsi di questo piccolo alleato carico di energia. Un vero professionista poi potrebbe ordinare e far stampare online dei power bank personalizzabili con il logo della propria azienda, per “sfoggiarlo” in riunione o in presenza di un potenziale cliente.

Bilancia pesa-bagagli: c’è un momento che più di tutti preoccupa qualsiasi viaggiatore e non stiamo parlando del momento in cui l’areo solleva le sue ruote dalla pista, ma bensì del momento in cui l’addetto ai bagagli pesa il nostro trolley, tanto che alcune compagnie aree hanno sviluppato un’app specifica. Un professionista è spesso costretto a portare con sé tanto materiale informativo e, dunque, vedere a quanto peso si è arrivati è davvero fondamentale.

Lenti aggiuntive per smartphone: chi di quelli che va in vacanza oggi non scatta centinaia di foto? Questo discorso è valido anche per chi viaggia per lavoro, che magari si trova a dover fotografare prodotti o documenti importanti. Per questo motivo potrebbe essere utile dotarsi di alcune piccole lenti da montare sulla fotocamera del proprio smartphone per trasformarlo in una macchina fotografica avanzata.

Mini ferro da stiro: presentarsi ad una riunione con la camicia sgualcita non è esattamente il massimo, ma il viaggio e il piccolo bagaglio non aiutano. Poco male, perché si può optare per un mini ferro da stiro e presentarsi con un look curato al massimo, anche dopo un estenuante viaggio in aereo o in treno.

Localizzatore per la valigia: rintracciare il proprio bagaglio in ogni momento? Facile, basta inserire un piccolo device in valigia che può essere rintracciato dal proprio smartphone.

“Sì, viaggiare” come cantava Battisti, ma con il kit giusto con cui si potranno evitare quei contrattempi molto fastidiosi che possono portare via tempo prezioso al nostro lavoro.

 

Articolo scritto da Redazione