Mostra di Renato Zero a Roma: Mistero e grande attesa, niente interviste e pochissimi dettagli

mostra renato zero roma 1

La mobilitazione va avanti da un mesetto e riguarda non solo i sorcini: a Roma è in arrivo “Zero”, la prima grande retrospettiva su Renato Zero, tra gli appuntamenti più attesi di questo Natale.

Così, a 35 anni dagli eventi natalizi al tendone di Zerolandia, il geniale e trasgressivo artista tornerà a mobilitare centinaia e centinaia di fan.

Non con un concerto (lo scorso anno ha riempito per un mese di seguito il Palalottomatica) bensì con una retrospettiva su cui aleggia il mistero.

mostra renato zero roma 2

 

Se non altro perché Renato Zero, almeno fino ad ora, non si è visto né sentito: niente interviste né dichiarazioni ufficiali (Renato sembra voler viversi questo appuntamento da grande assente).

Stando alle comunicazioni ufficiali, Zero, in programma alla Pelanda, il Centro di Produzione Culturale in collaborazione con il MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma, è un «allestimento monumentale e multisensoriale che racconterà come mai prima d’ora l’artista più originale e provocatorio del nostro tempo e il magico legame arte-vita».

Cosa si vedrà?

mostra renato zero roma 5

«Un mosaico di documenti, immagini, musica, costumi e cimeli per celebrare attraverso sei ambienti ad alta tecnologia le sue canzoni, le sue metamorfosi e le sue battaglie, e svelare attraverso materiale introvabile la parte ancora nascosta del suo inesauribile pianeta, che è arte e musica ma anche storia viva degli ultimi 40 anni».

Un evento importante non solo per coloro che per decenni hanno frequentato Zero, Zerolandia e il suo mondo, ma anche per la parte culturale che Renato Zero ha rappresentato: un testimone formidabile di quarant’anni di storia del nostro Paese, dagli anni di piombo ad oggi.

La retrospettiva comprenderà certamente canzoni, maschere, video, foto, costumi e chissà cos’altro.

mostra renato zero roma 4

 

Difficile saperne di più per ora visto che il grande assente, cioè Renato, ha imposto a tutti i suoi collaboratori di rivelare pochi, pochissimi dettagli.

Di certo non un reliquiario e nemmeno un accumulo di feticci e gadgets, vista l’idiosincrasia del nostro nei confronti di tutto quello che è nostalgia.

Piuttosto un inno alla differenza dell’essere umano, alta tecnologia applicata alla cultura pop. Un percorso oltre Renato stesso, nel tempo e nella musica di un Paese, nel suo costume e nelle sue maschere, tra moda e spettacolo, vizi, virtù, rivoluzioni e contraddizioni di un intero popolo.

mostra renato zero roma 3.1

 

E lui, il grande assente, quando comparirà?

Forse il 18, all’inaugurazione ma c’è chi dice che non ci sarà neanche in quell’occasione. Forse potrebbe presentarsi improvvisamente, fuori programma. La Zerofollia è già partita. Ma quel che conta è che proprio da Roma parta un omaggio al suo artista più trasgressivo degli ultimi trent’anni: Renato Zero!

mostra renato zero roma

Lascia un commento

*

Privacy Policy