Questo sito contribuisce alla audience di

Google vuole il salotto di casa: in arrivo la TV di Android

GOOGLE VUOLE IL SALOTTO DI CASA, IN ARRIVO UNA ANDROID TV
GOOGLE VUOLE IL SALOTTO DI CASA, IN ARRIVO UNA ANDROID TV

Google vuole prendersi il salotto di casa: dopo una falsa partenza con la Google tv qualche anno fa, l’estate scorsa la compagnia di Mountain View ha lanciato l’offensiva ‘low cost’ alla Apple Tv con la chiavetta Chromecast per fruire sulla tv dei contenuti online dai propri dispositivi mobili.

E a distanza nemmeno di un anno da quest’ultima – stando a indiscrezioni – si prepara a rilanciare con una piattaforma di intrattenimento a 360 gradi, la Android Tv.

Il mercato dei contenuti in streaming, dai film alla musica, fa gola a tutti i colossi di internet e della tecnologia.

Tanto che anche Yahoo! potrebbe presto dotarsi di una sua piattaforma per la condivisione dei video, una “sua” YouTube.

E non è un caso che Big G insista su questo fronte nonostante la sua Google tv – lanciata nel 2010 – non abbia ottenuto il successo sperato.

google tv
google tv

 

Stavolta, secondo quanto riportato dal sito The Verge, la compagnia californiana ha in mente un sistema che più che trasformare il televisore in uno smartphone formato maxi, mira a introdurre un’interfaccia nuova e semplice nella fruizione dei contenuti in tv, con una piattaforma per l’intrattenimento domestico a 360 gradi.

Piuttosto, la Android Tv si allinea a prodotti già sul mercato: la Apple Tv, Roku (un dispositivo che non c’è in Italia) e l’ultimissima Fire Tv presentata appena qualche giorno fa dal colosso dell’e-commerce Amazon.

Quest’ultimo, funziona su una versione di Android, il sistema operativo di Google, e permette di accedere all’offerta di servizi come Netflix e Hulu, ma anche WatchEspn e Showtime, nonchè a migliaia di giochi (compresi alcuni ‘made in Amazon’).

Fra le sue nuove funzioni la ricerca vocale per film e serie tv.

Su questa falsa riga pare si collocherà anche la Android tv: sarà una “scatoletta”, simile ad un decoder, che collegando la tv al web permetterà di accedere non solo a film, serie tv e programmi ma anche ad applicazioni e giochi. Tra i contenuti in streaming dovrebbero essere accessibili anche quelli di piattaforme come Netflix, Hulu, Pandora, tramite apposite ‘app’.

Il sistema dovrebbe integrare anche comandi vocali, potenzialmente mandando in pensione “l’obsoleto” telecomando.

Chromecast invece, la chiavetta ‘low cost’ che Google ha lanciato da meno di un anno – in Italia solo da poche settimane – e che serve per vedere sulla tv i contenuti online dai propri dispositivi mobili, pare sopravviverà all’incursione della Android Tv, anche se servirà per fare meno cose.

Articolo scritto da Redazione