Questo sito contribuisce alla audience di

Masterpiece, il nuovo talent letterario dedicato a chi ama scrivere

Masterpiecefoto
Masterpiece, il nuovo talent letterario in onda su RaiTre

Alzi la mano chi non ha mai pensato di scrivere un libro? E quanti ne hanno scritto uno, magari chiuso e dimenticato in qualche cassetto impolverato?

Adesso per molti è giunto il momento di tirare fuori dal cassetto quel libro scritto, grazie al nuovo talent letterario, in onda su RaiTre. Ieri, in seconda serata è stata trasmessa la seconda puntata, dopo la prima puntata della settimana scorsa, che ha attirato polemiche ma anche molti consensi.

Come ogni talent che si rispetti i giudici sono elemento portante, in questo caso ritroviamo: Giancarlo De Cataldo, Taye Selasi, Andrea De Carlo e il coach Massimo Coppola.  Dall’altra parte tanti partecipanti, accorsi da tutta Italia con il loro romanzo tra le dita e un sogno da realizzare: vedere la loro prima opera pubblicata. Il vincitore infatti vedrà pubblicato il suo romanzo dalla casa editrice Bompiani in ben 100.000 copie, non male per un sogno da realizzare!

Il programma prevede una serie di sfide che servono ad indagare sulle capacità di scrittura; puntata dopo puntata ci sarà un finalista, ieri è stata la volta di Nikola Savic. Inoltre ogni puntata avrà un giudice speciale diverso, chiamato in causa per valutare i partecipanti e gli scritti. Walter Siti, vincitore dell’ultimo Premio Strega, è stato il giudice speciale di ieri sera.

Masterpiece ha già registrato un effetto tsunami tra i tweet dei “famosi”. Quasi una valanga di cinguettii positivi sulla sua originalità, eccetto qualcuno, pronto a storcere il naso dinnanzi ad un programma che ha per oggetto proprio la scrittura.

Il dubbio è semplice: può la scrittura essere ingabbiata in un format televisivo, fatto di tempi propri e lontani da quelli di uno scrittore?

La scrittura in fondo, non è quel piacere di ritrovarsi da soli con una tastiera dinnanzi? Non è cogliere quel momento magico, dove le parole trovano lo scrittore e non viceversa?

Eppure il programma è una buona occasione per vedere qualcosa di nuovo in tv, qualcosa che ancora si racconta poco sul piccolo schermo, per tutti gli amanti dei libri e della scrittura. Non ci resta che scoprire ogni domenica le nuove puntate, le nuove storie degli aspiranti scrittori, i giudizi dei giudici (qualcuno già più cattivello degli altri a dire il vero, speriamo non per contratto come nei soliti talent!).

 

Articolo scritto da Redazione