Questo sito contribuisce alla audience di

5 consigli per organizzare un perfetto viaggio di addio al nubilato

5 consigli per organizzare un perfetto viaggio di addio al nubilato

Sono sempre più frequenti gli addii al nubilato organizzati dalle amiche della sposa in qualche capitale europea. Affinché un viaggio del genere risulti memorabile sarà però necessaria una tempestiva ed accurata organizzazione da parte delle invitate! Che meta scegliere ed in quale periodo? Quali sono le migliori opzioni per gli spostamenti? Sono tanti i fattori da considerare partendo dalla località scelta fino alle attività da organizzare per la sposa, passando per la prenotazione dell’hotel e del transfer aeroporto in Europa. Vediamo dunque cinque utilissimi consigli per organizzare un viaggio di addio al nubilato impeccabile.

1. Chi siamo? Quante siamo? Dove andiamo?

Come primo step le amiche più strette della sposa dovranno radunare le altre invitate. Accertato il numero delle viaggiatrici, bisognerà stabilire periodo e destinazione. D’istinto sarà più facile valutare queste due variabili in base alle proprie esigenze, ma ricordate che è la sposa la protagonista del viaggio. Se non tenete conto dei suoi impegni e dei suoi interessi, l’addio al nubilato finirà per diventare una semplice gita fra amiche.

2. Budget a disposizione: fare i conti con la realtà

Tener sì in considerazione le esigenze della sposa, ma anche valutare bene il budget a disposizione raggiunto grazie a ciascuna invitata: il viaggio sarà pagato interamente da voi. Dunque, sarà necessario trovare una destinazione in grado di soddisfare sia gli interessi della vostra amica, sia la disponibilità economica di ciascuna delle partecipanti. Per farlo bisognerà tenere in considerazione il costo di vitto e alloggio, del transfer aeroporto ed ovviamente delle attività prefissate. Non a caso le capitali europee sono tra le più gettonate: esse offrono infatti divertimento e relax, senza necessariamente far fondo al proprio conto in banca.

  1. Organizzazione tappa per tappa

Una volta scelta la meta è bene organizzare in anticipo gli svaghi che la sposa si potrà godere, stando attente affinché questi siano in linea con gli interessi della futura moglie. Decidere in anticipo di visitare un museo, piuttosto che una piscina o prenotare un giro in mongolfiera o in deltaplano, vi permetterà di godervi l’addio al nubilato senza troppi pensieri e di tenere sotto controllo i costi, e soprattutto in questo modo non rischierete di far saltare i vostri progetti a causa di prenotazioni tardive o simili! Ricordatevi che in questi casi ci si trova spesso a viaggiare con gruppi piuttosto numerosi, perciò conoscere con precisione tappe, costi e orari di mezzi pubblici, autobus o tram vi permetterà di agevolare la vostra permanenza.

4. Scegliere il periodo giusto

Così come per la meta, anche per la decisione dei giorni è importante pensare prima alla sposa e poi alle invitate. La scelta del periodo è forse la mossa più difficile, poiché richiede osservazione ma anche tanta fortuna, nella speranza che la sposa non abbia qualche impegno urgente dell’ultimo minuto. Le persone a lei più vicine avranno sicuramente una panoramica più completa, e questo permetterà di scegliere con accuratezza la data del viaggio. Solitamente con il weekend non si sbaglia mai, specie se la vostra amica lavora durante la settimana. Ma se così non dovesse essere? Una o più colleghe invitate al matrimonio potrebbero essere il jolly in grado di far liberare la sposa dagli impegni presi in ufficio.

5. Ultimi preparativi prima della partenza

Un ultimo passaggio fondamentale prima di potervi ritenere soddisfatte sarà il contributo che darete con la valigia della sposa. Per realizzare una vera e propria sorpresa infatti, la protagonista non dovrà essere a conoscenza della destinazione fino agli ultimi istanti: potreste bendarla per evitare che legga o riconosca la città designata. Ecco perché, anche durante la preparazione della valigia, bisognerà fornire informazioni utili per rendere agevole il suo viaggio e, soprattutto nel caso sia abituata ad avere il controllo della situazione, tranquillizzarla e permetterle di godersi la vacanza senza generare ansie di alcun tipo!

 

Articolo scritto da Redazione