Questo sito contribuisce alla audience di

Vacanze in famiglia: bambini in libertà, ma con le dovute precauzioni

Vacanze in famigliaVoglia di estate, voglia di libertà: la scuola è finita, ed i vostri bambini possono finalmente godersi un periodo di meritato riposo, da poter vivere insieme a voi e ai loro cuginetti e amichetti. Le vacanze in famiglia, infatti, sono quanto più bello possa esistere, ma spesso capita che le preoccupazioni per la salute dei bimbi si facciano più stressanti del previsto. Ecco perché voi dovrete essere bravi a proteggere il vostro bimbo, ma senza per questo impedirgli di divertirsi, facendogli godere l’estate senza apprensioni.

Vista, sole e occhiali: come proteggere gli occhi?

Gli occhiali da sole sono fondamentali per proteggere la vista dei bambini: questo perché l’occhio è uno degli organi che in tenera età si sviluppa più lentamente, e che dunque può trovare nel sole un nemico davvero acerrimo. Ma come salvaguardare la vista dei vostri bimbi? Innanzitutto evitando di acquistare occhiali da sole giocattolo in cartoleria, ma rivolgendovi ad un ottico esperto, il quale preparerà delle lenti idonee per la protezione delle retine al sole. Altrettanto importante è la montatura, che dovrà essere allegra e colorata da un lato, e morbida e atossica dall’altro, per evitare che il bambino – mordendola – possa ingerire elementi tossici. Attenzione anche nel caso in cui abbiate optato per le lentine: accertatevi di acquistare dei modelli appositi per i bimbi, progettati per proteggere meglio la retina.

Come proteggere il bimbo dalle scottature?

Prima di esporre il vostro bimbo al sole, dovete assicurarvi di aver scelto un fattore protettivo idoneo per la sua età e per il colore della sua pelle onde evitare le scottature dovuta all’eccessiva esposizione ai raggi UV: in tal senso, la crema Lichtena sole per bimbi si dimostra una scelta piuttosto saggia, soprattutto per chi ha una pelle particolarmente sensibile e soggetta ad intolleranze, in questi casi i vostri figli avranno bisogno di solari anallergici. Poi, una volta spalmata la crema in modo uniforme, evitate sempre di esporre il bimbo al sole nella tarda mattinata (dopo le 10.30) e nel primo pomeriggio (fino alle 17.30 circa). L’esposizione al sole, inoltre, non deve mai essere continuativa, ogni tanto sfruttate le zone d’ombra per intrattenerli con qualche attività divertente.

L’attività all’aria aperta? Fa bene!

Lasciate scatenare i vostri bambini all’aria aperta, in giardino con gli amici o nei parchi, perché l’attività fisica fa bene al loro corpo e al loro umore, oltre che alla socializzazione. L’unico consiglio è quello di non sottovalutate la disidratazione: un bimbo che si muove suda, soprattutto col caldo estivo, tende a perdere liquidi e sostanze nutrienti indispensabili, che voi dovrete re-integrare facendolo bere. Se siete indecisi su quanta acqua dargli sappiate che un bicchiere ogni mezzora circa è il minimo, fatelo bere, anche se non ve lo chiede perché i bimbi tendono spesso a sottovalutare la sete. Seguendo questi consigli, i vostri bambini si divertiranno e voi non vi angoscerete!

 

Articolo scritto da Redazione