Questo sito contribuisce alla audience di

Louis Vuitton e “L’invitation au voyage – Venezia”

Una mongolfiera atterra a mezzanotte al centro di Venezia, trasporta una donna bellissima pronta seguire il proprio destino e a incontrare un cavaliere sognato e misterioso.

E’ l’apertura di “L’invitation au Voyage” di Louis Vuitton secondo capitolo ambientato a Venezia dell’avvincente campagna pubblicitaria con una star internazionale eccezionale David Bowie!

“L’invitation au Voyage” di Louis Vuitton torna con un nuovo secondo capitolo ambientato a Venezia.
“L’invitation au Voyage” di Louis Vuitton torna con un nuovo secondo capitolo ambientato a Venezia.

 

Arizona Muse è la donna del mistero, l’eroina protagonista che, dopo aver lasciato la Parigi del primo episodio, raggiunge Piazza San Marco e, attratta da una musica seducente, attraversa a passo sicuro le calli solitarie della città fino a giungere di fronte al portone di un magnifico palazzo.

"L’invitation au voyage", la campagna 2013 di Louis Vuitton girata a Venezia
“L’invitation au voyage”, la campagna 2013 di Louis Vuitton girata a Venezia
Lei, elegante e bellissima, varca l’ingresso e incontra lui: David Bowie!
Il Duca Bianco è al clavicembalo ad aspettarla, i loro sguardi si incrociano, si seducono, e lui suona solo per lei una versione inedita della canzone “I’d rather be high”.
Come per incanto tutto intorno si stravolge e Arizona si trova al centro di un surreale gran ballo in maschera.

Ma i sogni come la notte sono fugaci e Arizona si ritrova sola nel palazzo, il misterioso Duca è scomparso e come prova c’è solo lo spartito della melodia, nella sua borsa Vivienne Louis Vuitton.
Non è stata solo un’illusione dunque?
Ma non c’è tempo per farsi troppe domande, Arizona continua il suo viaggio senza indugi. Ad aspettarla, in Canal Grande, c’è una meravigliosa giunca malese dalle vele color del sol levante, pronta a salpare. Lei sale sicura e aperta a tutto ciò che il destino le riserverà.

Articolo scritto da Redazione