PINK POWER: IL GRAN PRIX DELLE PARLAMENTARI

ON. MARIA ELENA BOSCHI

ON. MARIA ELENA BOSCHI

1) Miss Montecitorio: On. Maria Elena Boschi (Pd)

2) Miss Sorriso: On. Dorina Bianchi (NcD)

3) Miss Tacchi: On. Silvia Velo (Pd)

4) Miss Make Up: On. Gabriella Giammanco (Fi)

5) Miss Hairstyle: On.  Serena Pellegrino (Sel)

6) Miss Smoking: On. Celeste Constantino (Sel)

7) Miss Sguardo: Sen. Serenella Fucksia (M5S)

8) Miss Computer: On. Sofia Amoddio (Pd)

9) Miss Jeans: On. Giorgia Meloni (FdI)

10) Miss Telefono: On. Laura Ravetto (Fi)

Tacchi che vanno, foulard che vengono. Matrimoni ed elezioni dipingono nuovi scenari e riscrivono la Hit Parade delle parlamentari più eleganti.

Lungo i cento e non più cento passi del Transatlantico e le ovattate sale di Palazzo Madama, pesano la luna di miele di Annagrazia Calabria, sposatasi il 24 maggio con Alfredo Zanardo, e le sovraesposizioni delle europee.

ON. ANNA GRAZIA CALABRIA

ON. ANNA GRAZIA CALABRIA

Sulle virtuali note di “ Any Colour You Like” dei Pink Floyd  elette e trombate si sfiorano alla buvette.

Le prime, con  in pole position Alessandra Moretti, Simona Bonafè, Pina Picierno, raggianti e tutte proiettate a  Bruxelles. Testacoda per le seconde, ancora tramortire dai flop, come Stefania Giannini e Beatrice Lorenzin, si consolano facendo finta di ignorare i tremori dei traballanti ruoli ministeriali.

Calato il sipario, ed eclissatasi una schiera di  protagoniste, ecco le più eleganti interpreti dei nuovi colori di scena sui red carpet del Parlamento.

Senza più rivali, dentro e fuori il Pd, Maria Elena Boschi, Ministro per le Riforme, assume con la leonardesca soavità  del sorriso il palmarès di Miss Parlamento, ideale primato finora attribuito alla leader dei sempre più rari  “Silvioadoratori”  della young  FI.

Sospinta dall’effetto di mille cosmetici  Dorina Bianchi  lascia alla più fresca Gabriella Giammanco il titolo di Miss Make Up, e assume radiosa  il secondo posto della classifica come Miss Sorriso. Disinvolta e spedita la neo Miss Tacchi Silvia Velo, Sottosegretario all’Ambiente, fa la spola fra aula e commissioni.

SILVIA VELO

SILVIA VELO

Indomabili i capelli ricci al vento di Serena Pellegrino  che esordisce come Miss Hairstyle. Sigaretta in mano, la compagna di Sel Celeste Costantino si vede riconosciuta come Miss Smoking vista la frequente permanenza in sala fumatori.

ON. SERENA PELLEGRINO

ON. SERENA PELLEGRINO

 

ON. CELESTE COSTANTINO

ON. CELESTE COSTANTINO

Nonostante il marasma del day after elettorale che sta sconquassando i grillini Serenella Fucksia riesce a prevalere su  Alessia Mosca e rimuovendo il Grillo leader  si aggiudica la posizione di Miss Sguardo.

New entry di rango per la restante Hit parade.

ON. SOFIA AMODDIO

ON. SOFIA AMODDIO

Incollata a tastiere e smartphone Sofia Amoddio, siciliana dai colori normanni e piglio alla Segolene Royal, conquista la fascia di  Miss Computer, mentre Giorgia Meloni e Laura Ravetto, superano sul traguardo Ileana Piazzoni (Sel) e Simona Vicari (Fi) ed  esordiscono con stile come Miss Jeans e Miss Telefono.

Stili e raffinatezze che si intersecano con la politica e i modi di essere.

Siamo  esponenti pubblici e abbiamo dei doveri pubblici. Anche  quello di difendere un certo decoro e una certa eleganza nell’esprimere le nostre passioni”  ama ripetere Niki Vendola.

 

 

 

Lascia un commento

*

Privacy Policy