Questo sito contribuisce alla audience di

Alfonsina Russo direttrice del Parco del Colosseo

Alfonsina Russo direttrice del Parco del Colosseo

Alfonsina Russo direttrice del Parco del Colosseo
Alfonsina Russo direttrice del Parco del Colosseo

Alfonsina Russo è la nuova direttrice del Parco Archeologico del Colosseo. “Si tratta di un profilo di altissima qualità – commenta il ministro Dario Franeschini – che saprà coniugare ricerca, innovazione e tutela per uno dei monumenti più celebri al mondo e autentica icona dell’Italia. Come si vede, tutte le polemiche sulla scelta di stranieri a guidare i musei o sulla mancata valorizzazione delle professionalità esterne al ministero, erano fuori luogo”.

Le candidature presentate erano 78, di cui circa il 15% provenienti dall’estero, vagliate dalla commissione presieduta da Paolo Baratta, presidente della Fondazione La Biennale di Venezia. Dieci i candidati ammessi al colloquio, tra i quali uno straniero, ascoltati il 18 novembre dalla commissione che, come stabilito dal bando, ha individuato una terna da sottoporre al ministro per la scelta finale.

Alfonsina Russo, archeologa, specializzata e dottore di ricerca in archeologia classica, dal 2009 è Dirigente del MiBACT. Si è occupata di allestimenti museali e di gestione di musei, di allestimenti di importanti mostre in Italia e all’estero. Ha curato numerose pubblicazioni scientifiche e ha tenuto conferenze presso prestigiose Università italiane e straniere. E’ stata Soprintendente Archeologo per l’Etruria meridionale e Soprintendente per l’Archeologia belle arti e paesaggio per l’Aera metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale.

Con la nomina del direttore si completano così gli organi del Parco Archeologico del Colosseo, che vedono:

  • un Consiglio di amministrazione presieduto dallo stesso direttore e composto da Irina Bokova, già Direttore Generale dell’Unesco, Giancarlo Capaldo, già procuratore aggiunto della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, Daniele Manacorda, professore ordinario di archeologia classica all’Università degli Studi Roma Tre, e Antonia Pasqua Recchia, già Segretario Generale del Mibact;

– un collegio dei revisori dei conti composto da Biagio Mazzotta, Ispettore Generale Capo della Ragioneria Generale dello Stato, Vincenzo Donnamaria, avvocato tributarista, e Salvatore Gueci, dirigente dell’Ispettorato Generale del Bilancio del Ministero dell’economia e delle finanze.

I CONFINI DEL PARCO ARCHEOLOGICO DEL COLOSSEO

Il Parco archeologico del Colosseo è stato istituito nel gennaio del 2017. I suoi confini coincidono con l’area dell’Accordo tra il ministero e Roma Capitale per la valorizzazione dell’area archeologica centrale sottoscritto in data 21 aprile 2015.

Al Parco archeologico del Colosseo sono espressamente assegnati l’Anfiteatro Flavio, il Foro romano, il Palatino, la Domus Aurea e la Meta Sudans, nonché ogni altro monumento o immobile, ricompreso nell’area archeologica dell’Accordo.

Il Direttore del nuovo Parco archeologico sarà il solo soggetto del ministero a essere competente sull’area compresa nell’Accordo e agirà quale unico interlocutore con il Comune di Roma, anche con riferimento alla tutela dei siti e degli immobili di interesse culturale di proprietà comunale ivi compresi. Sull’istituzione del Parco Archeologico del Colosseo sono stati presentati anche alcuni ricorsi amministrativi, che sono stati rigettati dal Consiglio di Stato.

Articolo scritto da Redazione