Ama, Stefano Bina nuovo direttore generale

Ama, Stefano Bina nuovo direttore generale

Ama, Stefano Bina nuovo direttore generale1

Ama, Stefano Bina nuovo direttore generale

La Giunta di Roma Capitale ha completato il nuovo modello di governance di Ama avviato con la nomina dell’amministratore unico Alessandro Solidoro. Arriva anche il nuovo Direttore Generale, l’Ing. Stefano Bina la cui nomina, in attesa di gara pubblica, costituisce tassello fondamentale per il raggiungimento dell’obiettivo rifiuti zero dell’Amministrazione Raggi.

 Nato nel 1963, laureato in Ingegneria idraulica sanitaria ambientale presso l’Università degli Studi di Pavia, Stefano Bina è un progettista di impiantistiche per la gestione dei rifiuti su base nazionale e un profondo conoscitore del ciclo industriale relativo alla gestione dei rifiuti.

Task-force di uomini e mezzi per pulizia, diserbo e spazzamento delle strade, squadre dedicate potenziate per la raccolta dei rifiuti ingombranti, ma anche manutenzione e svuotamento degli impianti TMB e intensificazione nello svuotamento dei cassonetti. Queste sono solo alcune delle iniziative messe in campo per superare le criticità registrate nelle scorse settimane.

Dal primo agosto sono stati attivati i nuovi servizi di trasporto e recupero/smaltimento dai TMB, affidati tramite gara europea. Le ricezioni di rifiuti indifferenziati presso gli impianti sono passate dalle circa settemila tonnellate registrate alla fine di luglio, alle tremila attuali (di cui meno di 1000 presso il TMB Salario). Sono previste ulteriori attività di sanificazione e disinfestazione che verranno messe in atto una volta regolarizzate le ricezioni ed eliminati i cumuli.Ama, Stefano Bina nuovo direttore generale

La progressiva regolarizzazione del funzionamento dei TMB ha consentito la piena disponibilità dei mezzi nei turni di raccolta programmati, con servizi supplementari di svuotamento dei cassonetti stradali per la raccolta indifferenziata e differenziata. Nelle prima settimana di agosto sono stati svolti 120 servizi in più per le operazioni di svuotamento dei cassonetti dei rifiuti indifferenziati e 60 per quelli di carta e cartone rispetto alla settimana dal 18 al 24 luglio. Nello stesso periodo sono stati effettuati 240 servizi in più nelle operazioni di svuotamento dei cassonetti riservati alle altre frazioni di rifiuto. Potenziato, inoltre, il supporto logistico delle officine per garantire la disponibilità dei mezzi.

 Nella prima settimana di agosto sono state portate a 21 le squadre impegnate tutte le notti sul territorio cittadino nel servizio di raccolta dei rifiuti ingombranti abbandonati su strada. Questa task-force dedicata, avviata lo scorso luglio con 6 squadre iniziali, consente un incremento del numero degli interventi con un recupero di circa 10-15 tonnellate a notte dei materiali ingombranti.

 Nello stesso periodo sono stati incrementati anche i servizi di spazzamento meccanizzato e gli interventi di pulizia.

Per le attività di raccolta foglie e diserbo sono complessivamente attive 34 squadre al giorno suddivise in più turni: circa duemila chilometri di strade sono state trattati con diserbo meccanizzato, tremila con fitoregolazione e oltre 800 sono stati sottoposti ad attività di raccolta fogliame.

Lascia un commento

*

Privacy Policy