Questo sito contribuisce alla audience di

Fendi per Roma: a Largo Goldoni donata ‘Foglie di pietra’, la scultura di Giuseppe Penone

Fendi per Roma: a Largo Goldoni donata ‘Foglie di pietra’, la scultura di Giuseppe Penonefendi-per-roma-a-largo-goldoni-la-scultura-di-giuseppe-penone

La Maison Fendi offre a  Roma ‘Foglie di pietra’, una scultura dell’artista Giuseppe Penone in Largo Goldoni, davanti al Palazzo Fendi.

Continuano a Roma le iniziative e i finanziamenti dei brand di lusso in favore della cultura.

Dopo il celebre restauro della Fontana di Trevi e del complesso delle Quattro Fontane, seguito dal restauro e dalla manutenzione delle Fontane del Gianicolo, del Mosè, del Ninfeo del Pincio e del Peschiera e dell’apertura al pubblico del primo piano (ora anche spazio espositivo) del suo quartier generale presso il Palazzo della Civiltà Italiana, Fendi riconferma ancora una volta il suo impegno a sostenere e promuovere la cultura.

“Siamo estremamente orgogliosi di donare questa bellissima ed incredibile opera d’arte di Giuseppe Penone alla città di Roma, ai suoi cittadini, e ai milioni di turisti, che vengono a visitare la Città Eterna ogni giorno. ‘Foglie di pietra’ esprime ancora una volta il profondo legame con questa città e l’importanza di quest’ultima nella storia di Fendi. Penone è un artista italiano di fama internazionale con il quale condividiamo la passione per la creazione, per il più eccelso savoir-faire e per il continuo dialogo tra tradizione e modernità, valori cardine di Fendi”, afferma Pietro Beccari, Presidente e Amministratore Delegato di Fendi.fendi-per-roma-a-largo-goldoni-la-scultura-di-giuseppe-penone

La grande scultura “Foglie di pietra” (2016) è una delle opere più complesse di  Giuseppe Penone: due alberi di bronzo – alti rispettivamente 18 e 9 metri – che intrecciano i loro rami per sollevare a 5 metri da terra un blocco di marmo scolpito di ben 11 tonnellate. In questo lavoro archeologia e rovine, storia e biologia si innestano l’una sull’altra per formare un’unione indissolubile tra natura e cultura, celebrando una sintesi profonda tra il passare del tempo naturale e quello umano ed evocando nostalgie romantiche di antiche civiltà perdute.

L’uso di materiali preziosi, quali il bronzo e il marmo, ricorda i giochi di illusionismo della Roma barocca, mentre i frammenti di rovine inseriti tra i rami della scultura riportano alla memoria la Roma classica e quella medievale.

CHI E’ GIUSEPPE PENNONEfendi-per-roma-a-largo-goldoni-la-scultura-di-giuseppe-penone

Giuseppe Penone, piemontese classe 1947, sin dalle prime opere legate al movimento d’avanguardia dell’Arte Povera negli anni Sessanta, si è imposto come uno dei più grandi maestri nel panorama dell’arte internazionale. Dopo numerose esposizioni in prestigiosi musei e dopo una serie di installazioni scultoree negli spazi pubblici di varie città – tra cui Francoforte, Kassel in Germania, Parigi e New York –  interviene ora nel paesaggio e nella storia di Roma. “Foglie di pietra” è la prima opera di arte contemporanea installata in maniera permanente nello spazio pubblico della Capitale, destinata a diventare simbolo dell’identità di una città che cambia e si trasforma senza perdere il contatto con le proprie radici storiche.

 

Articolo scritto da Redazione