Questo sito contribuisce alla audience di

Primavera in arrivo! Scopri le 5 ville più belle di Roma dove trascorrere giornate all’aria aperta

Primavera in arrivo! Scopri le 5 ville più belle di Roma dove trascorrere giornate all’aria apertaville più belle di Roma

Manca poco alla primavera e nella Capitale, a Roma questo significa ville in fiore. Già perché in pochi sanno che la Capitale d’Italia è una delle città più verdi d’Europa grazie alle ville e ai parchi disseminati in tutta la città.

Una metropoli dal cuore verde.

Scopriamo quelle più affascinanti e storiche. Insomma le ville e i parchi dove vanno i romani per trascorrere una giornata all’aria aperta, praticare sport, organizzare pic nic.

Iniziamo dalla Villa per eccellenza, quella forse più conosciuta perché in centro: Villa Borghese.

Perfetta per andare in bicicletta grazie ai viali larghi che la percorrono. Dall’ingresso di Via Veneto c’è anche una postazione che offre la possibilità di affittare bici, tandem e risciò.

Da ricordare che all’interno di Villa Borghese c’è anche la prestigiosa Casa del Cinema di Roma che ospita spesso manifestazioni ed eventi e d’estate da non perdere le rassegne del Globe Theatre.

Seguendo la Via Salaria, sempre abbastanza centrale, nel quartiere Salario-Trieste troviamo la maestosa Villa Ada. Qui il panorama cambia, non più viali pianeggianti ma colline e terreni impervi che donano a questa area verde quel nonsocchè di selvaggio. Una natura dai colori accesi fatta di pini e macchia mediterranea. Da non perdere il laghetto nella parte più bassa della Villa che in estate ospita postazioni di estate romana.

Cambiando totalmente quartiere ci addentriamo nella villa più grande di Roma: Villa Doria Pamphilj, che si estende su una superficie complessiva di 184 ettari ed è considerata una delle più importanti ville romane, perché conserva ancora dopo secoli la sistemazione seicentesca e le principali caratteristiche del 700 e dell’800.Primavera in arrivo! Scopri le 5 ville più belle di Roma dove trascorrere giornate all’aria aperta

La villa è divisa in tre parti: il palazzo e i giardini (pars urbana), la pineta (pars fructuaria), e la tenuta agricola (pars rustica). In estate da non perdere i concerti della Casa dei Teatri, situata nello storico Villino Corsini di Villa Pamphilj, con spettacoli dal vivo.

Spostandoci nel quadrante sud est di Roma, al quartiere appio troviamo il Parco della Caffarella ricco di storia dell’antica Roma. Parte integrante del Parco dell’Appia Antica, ne costituisce l’accesso principale e privilegiato. Ad ogni ingresso un pannello informativo indica le aree pubbliche visitabili, i principali percorsi, i monumenti.

Il nome della valle deriva dalla principale tenuta storica presente nella zona, appartenente alla famiglia dei Caffarelli. Il parco è ricco di testimonianze storiche in quanto comprende una parte del Triopio di Erode Attico, importante fondo agricolo che si estendeva tra la Via Appia e il fiume Almone e che Erode Attico (filosofo e matematico vissuto all’epoca dell’imperatore Marco Aurelio) aveva acquisito dalla moglie romana Annia Regilla.

Rimanendo in questo quadrante della città, poco lontano dal quartiere San Giovanni, una delle zone della Capitale ben servita dai mezzi pubblici grazie alla linea metropolitana A e quindi da scegliere se ci si vuole trasferire a Roma o trascorrere un periodo di vacanze,  c’è Villa Celimontana, piccola ma bellissima.

Un gioiellino che ha una struttura rinascimentale all’interno del Parco del Celio, un’oasi tra il Colosseo e le Terme di Caracalla, meta di ogni jazzofilo per le rassegne internazionali di musica che vi si organizzano ogni anno. La Villa è anche sede della Società Geografica Italiana, dove sono conservate alcune tra le più importanti mappe d’Italia.

Incredibile ma vero! Trovare il verde a Roma è più facile di quanto possa sembrare. C’è solo l’imbarazzo della scelta! Svelti però che la primavera è in arrivo.

Articolo scritto da Redazione