Questo sito contribuisce alla audience di

Salute: Sonowand, la Bachetta Magica in neurochirurgia, per la prima volta in Italia

Primo intervento in Italia di neurochirurgia con la «bacchetta magica». È l’apparecchio Sonowand (letteralmente «bacchetta magica ecografica»), che accoppia un ecografo di ultimissima generazione con un neuro navigatore.

sonowand_in_italia

Primo intervento in Italia di neurochirurgia con la «bacchetta magica».

È l’apparecchio Sonowand (letteralmente «bacchetta magica ecografica»), che accoppia un ecografo di ultimissima generazione con un neuro navigatore. Nella sala operatoria dellaNeurochirurgia universitaria dell’ospedale Molinette della Città della Salute e della Scienza di Torino (diretta dal professor Alessandro Ducati) è stato usato per asportare una malformazione artero venosa cerebrale in un ragazzo di 18 anni.

La «bacchetta magica» consente di avere, in diretta intraoperatoria, il controllo della lesione e del tessuto sano circostante, mediante confronto con la Risonanza magnetica e con l’angiografia preoperatoria.

I vantaggi consistono nell’azzerare i rischi di lasciare parte della lesione e contemporaneamente di minimizzare i pericoli di danneggiare la parte sana del cervello che sta attorno, evitando il rischio di ulteriori reinterventi successivi.

 

Articolo scritto da Redazione