Questo sito contribuisce alla audience di

Consigli per un sorriso perfetto

consigli per un sorriso perfetto

Il sorriso è da sempre una potente arma di seduzione, nella nostra cultura denti bianchi e curati possono essere il biglietto da visita per essere accettati più facilmente in un gruppo o per aiutare a far cadere ai piedi l’oggetto dei propri desideri.

Per riuscire ad ottenere una dentatura perfetta bisogna però impegnarsi, avere cura di sé con costanza e attenzione, seguendo le più comuni norme o facendo un passo in più, affidandosi ad un centro dentistico in grado di garantirci un risultato ottimale.

Ma quali sono i segreti per assicurarsi un sorriso abbagliante? Esistono trucchi antichi e metodi più moderni, vediamone qualcuno.

Il bicarbonato di sodio è di certo uno degli strumenti più utilizzati per far risplendere la propria dentatura: si crea una pasta mischiando il prodotto ad un poco di acqua e poi si applica sui denti, frizionandoli con lo spazzolino. Si può inoltre rendere ancora più efficace il composto aggiungendoci del limone, ottimo contro le macchie di fumo e caffè. Bisogna stare attenti però a non usare troppo spesso questo metodo casalingo, perché l’acidità può causare un indebolimento dello smalto e in alcuni casi far diminuire la salivazione, utilissima per “lavare” la bocca e prevenire la comparsa di carie.

Un altro aiuto alla pulizia della bocca è l’aceto di mele, utilizzato per secoli per combattere i batteri e tutti quei problemini che di tanto in tanto si possono presentare, come ad esempio le afte. Come qualsiasi centro dentistico vi dirà, bisogna però far attenzione a non abusarne, poiché l’acido acetico può indebolire i denti ed erodere lo smalto, bisogna perciò usarlo con moderazione e diluirlo con almeno il doppio dell’acqua rispetto alla quantità utilizzata per sciacquare la bocca.

La salute dei denti affonda le sue radici anche nell’alimentazione che ovviamente deve essere impeccabile. Come tutti già sanno, mangiare verdura e frutta più volte al giorno è indispensabile per l’organismo, ma da oggi potreste avere una ragione in più per farlo, ovvero quella di conservare le bucce dell’arancia. Dopo averne gustata una, bisognerà conservare la buccia e tirala fuori prima di andare a letto, la si dovrà quindi sfregare sui denti per un paio di minuti ogni sera per una settimana circa per riuscire a notare un visibile miglioramento.

È naturale che i migliori consigli siano comunque quelli che arrivano dal proprio dentista, è infatti inutile sperare di avere dei denti bianchissimi senza prendersene cura con costanza. Bisogna usare lo spazzolino più volte al giorno per un minimo di due minuti ogni lavaggio, utilizzare il filo interdentale e farsi consigliare dei prodotti adatti alla propria bocca. È d’obbligo ricordare che non tutti gli spazzolini sono uguali, ce ne sono di varie dimensioni e con setole più o meno dure. Anche il dentifricio cambia, alcuni sono specifici per la salute delle gengive, per carie, tartaro e placca, altri ancora servono a ripristinare il bianco naturale dei propri denti.

Oltre ai buoni prodotti, alle sane abitudini alimentari e di igiene, è indispensabile ricordare che fumo, alcool, caffè e thè intaccano lo smalto e la salute di denti e gengive, perciò se proprio non si può far a meno di questi prodotti è utile farsi consigliare dal proprio studio dentistico di fiducia. dei trattamenti specifici per il proprio caso.

 

 

Articolo scritto da Redazione