La salute dentale: perché è così importante prendersi cura del proprio sorriso

centroodontoiatriconomentano Un sorriso smagliante rappresenta un ottimo biglietto di visita in qualunque situazione: tanto in ambito professionale che nella vita personale, avere la certezza di poter sfoggiare denti bianchi e perfetti migliora la fiducia in se stessi e contribuisce a rendere più produttivo e spontaneo il rapporto con il prossimo.

Curare bocca, denti e gengive, tuttavia, non è importante solo per motivi puramente estetici, ma anche per poter mantenere un buono stato di salute generale.

Purtroppo, le difficoltà economiche con cui molte famiglie italiane hanno dovuto fare i conti negli ultimi anni e i continui tagli alla sanità pubblica necessari per rimettere in ordine i conti dello Stato hanno reso sempre più complicato l’accesso alle cure dentistiche. Così, sono sempre di più le persone che rimandano o rinunciano del tutto a visite di prevenzione e terapie, a volte rischiando seriamente di compromettere la propria salute.centroodontoiatriconomentano

Nell’attesa che le istituzioni si decidano ad affrontare con serietà questa grave problematica, non resta che adottare tutti gli accorgimenti utili per preservare la salute dei propri denti ed evitare di andare incontro a disturbi e patologie.
Prima di passare ad illustrare le buone abitudini che possono contribuire al benessere della bocca, è utile cercare di capire perché mantenere in buono stato i propri denti sia tanto importante.

L’importanza di denti e gengive sane

La funzione fondamentale dei denti è quella di rendere possibile la masticazione: una dentizione forte e sana rappresenta una garanzia di buona salute perché consente di alimentarsi in maniera adeguata, sminuzzando le pietanze e contribuendo a rendere più rapida ed efficace sia la digestione che l’assorbimento delle sostanza nutritive.

Sono molti i problemi ai quali denti e gengive possono andare incontro con il passare degli anni. Ad esempio, lo smalto, ovvero la sostanza che riveste il dente, è soggetta ad un fenomeno di erosione dovuto sia agli stress fisici, come l’abrasione causata da un uso erroneo dello spazzolino o dal problema del bruxismo, che a quelli chimici, come l’esposizione alle sostanze acide presenti in alcuni alimenti.

Le mucose delle gengive sono molto sensibili e, in assenza di una buona igiene orale e delle giuste cure, sono spesso soggette ad infiammazioni. Le infezioni delle gengive e dell’alveolo dentale, anche note come ascessi, sono un altro problema diffuso e assai insidioso: oltre a provocare una sintomatologia molto dolorosa, se non addirittura invalidante, devono essere trattate in maniera tempestiva, pena il pericolo di perdere il dente.

Gli studi prodotti negli anni hanno dimostrato che una buona occlusione di mascella e mandibola è fondamentale per prevenire problemi articolari, non solo a carico delle ossa del cranio: la corretta giustapposizione dei denti e il movimento della masticazione influiscono su tutto il sistema scheletrico e i loro difetti possono ripercuotersi sulla schiena e persino sulla postura dell’individuo.centroodontoiatriconomentano

Fortunatamente, grazie alla possibilità di alimentarsi in maniera sana e variegata e di usufruire delle dovute cure mediche, le patologie gravi a carico dei denti e della bocca sono sempre meno diffuse, mentre solo fino a qualche decennio fa rappresentavano la norma.
Oggi, persino sostituire uno o più denti seriamente compromessi richiede un intervento semplice e di routine, che viene eseguito con una semplice anestesia locale: questa clinica che effettua impianti dentali a Roma spiega nella pagina linkata i vantaggi delle moderne modalità di intervento, ma anche tutti i requisiti che una struttura di qualità deve garantire ai suoi pazienti.

I consigli per curare la salute della bocca

Il primo consiglio per mantenere sempre in salute i denti e tutto il cavo orale consiste nel non trascurarne mai l’igiene. Gli specialisti consigliano di spazzolare i denti almeno due volte al giorno utilizzando uno spazzolino con setole morbide e un dentifricio a base di fluoro. È importante pulire con scrupolo sia la faccia interna che quella esterna dei denti, con un movimento dall’alto verso il basso per l’arcata superiore e dal basso verso l’alto per quella inferiore, così da favorire anche la pulizia delle tasche gengivali. Molti dentisti consigliano di ricorrere allo spazzolino elettrico, che quando correttamente utilizzato consente di rimuovere efficacemente la placca.

È di fondamentale importanza lavare i denti prima di coricarsi, perché durante le ore notturne la salivazione diminuisce mentre aumenta la produzione di acidi da parte dei microrganismi che fermentano gli zuccheri presenti nella bocca.
La routine di igiene orale deve essere completata con l’uso del filo interdentale, utile per rimuovere i residui di cibo e la placca che si accumulano tra i denti.

Alcuni alimenti possono alterare l’aspetto dei denti e intaccarne la struttura. A questo proposito, si consiglia di limitare l’assunzione di tè e caffè, che possono macchiare lo smalto, e di bevande zuccherate, che favoriscono la comparsa della carie.
Dopo aver consumato alimenti acidi, come ad esempio gli agrumi, è bene lasciar trascorrere almeno un’ora prima di lavare i denti: le sostanze acide indeboliscono la struttura dello smalto, quindi è sempre bene attendere che l’azione naturale della saliva ripristini il corretto pH prima di andare ad agire meccanicamente sui denti.

Infine, è importante sottoporsi ad una visita di controllo presso il proprio dentista di fiducia almeno una volta ogni sei mesi: gli screening periodici permettono di valutare lo stato di denti, gengive e mucose della bocca, così da evidenziare in maniera tempestiva eventuali problematiche, risolvendole sul nascere.

Lascia un commento

*

Privacy Policy