Questo sito contribuisce alla audience di

Salute, arriva l’elmetto a microonde per diagnosticare ictus

elmetto a microonde per ictus

Un elmetto indossabile, che riesce a capire subito se una persona ha avuto o meno un ictus, velocizzando così la diagnosi, la terapia e migliorando le possibilità di recupero: a realizzarlo sono stati alcuni scienziati svedesi della Chalmers University of Technology di Sahlgrenska, che dopo averlo sperimentato con successo su 45 pazienti, ora lo faranno testare al personale delle ambulanze.

L’elmetto riesce a capire se l’ictus è stato provocato da un’emorragia o da un coagulo di sangue.

Intervenire tempestivamente in questi casi è fondamentale per limitare i danni ai tessuti cerebrali. Ma per poter offrire il miglior trattamento, i medici devono prima scoprire le cause dell’ictus.

Cosa che normalmente si fa con una tomografia computerizzata, ma che necessita del tempo per essere organizzata. E ogni ritardo può ostacolare il recupero del paziente.

elmetto a microonde per ictus 1

 

Questo elmetto invece è uno strumento mobile che può essere impiegato già sull’ambulanza, durante il trasporto in ospedale. Si serve di segnali di microonde, gli stessi emessi dal forno a microonde o dai cellulari, ma molto più deboli, per realizzare il quadro di cosa sta succedendo all’interno del cervello.

I test con il primo prototipo, simile a un casco da bicicletta, hanno dimostrato che l’elmetto a microonde può distinguere con accuratezza tra ictus emorragico e ischemico, anche se non il 100% delle volte.

È stato poi realizzato e testato per adattarsi ai vari tipi di teste, ed è stato provato per aiutare infermieri e pazienti nel reparto di un ospedale locale. Serviranno ancora altri test, ma per i ricercatori questo strumento potrà essere molto utile in futuro.

 

 

Articolo scritto da Redazione