Lontano dagli occhi, lontano dal cuore. Come vivono gli italiani le storie a distanza?

Le relazioni sentimentali a distanza sono un fenomeno sempre più in crescita in Italia e le cause principali sono lo studio e il lavoro.coppia_alla_stazione_distanza_0

 

Da recenti sondaggi sembra che la percentuale di storie sentimentali separate da chilometri sia un fenomeno sempre più in crescita.
Gli italiani, quindi, stanno imparando a fare i conti con questo ostacolo che crea problemi soprattutto nella sfera della progettualità.
Il 39% degli intervistati ha dichiarato di essere stato separato dal proprio partner per motivi di lavoro.
L’attuale crisi economica, infatti, porta le persone ad affrontare sacrifici e rinunce enormi pur di andare avanti e, spesso, a farne le spese è proprio l’affettività.
Il 32% degli innamorati a distanza sono stati divisi per motivi di studio, mentre il 21% delle storie sono nate in seguito a un flirt estivo che poi è continuato nel tempo.
L’8%, infine, è costituito dagli amori nati on-line attraverso chat e social network.

Nelle storie d’amore, la distanza rappresenta certamente un grande banco di prova.
E’ un po’ come dire che la distanza allontana chi non si ama e avvicina chi si ama veramente.
E’ altrettanto vero, però, che essa ne costituisce una fonte distress emotivo non da poco.
La mancanza diviene un vissuto quotidiano per gli innamorati lontani che si trovano a doversi costantemente confrontare colsenso di vuoto.
Inoltre, c’è la continua frustrazione di non poter condividere molti dei momenti significativi della propria vita col partner per cui ci si ritrova a dover raccontare al proprio innamorato episodi importanti che entrambi avrebbero voluto vivere insieme.
Infine, c’è la difficoltà di non poter contare sulla presenza fisicadell’altro quando si attraversano periodi difficili né tanto meno poter stare vicino al compagno/a quando è questi/a ad attraversarli.

L’aspetto che, più di ogni altro, crea una frattura importante all’interno di queste coppie sembra essere quello dellaprogettualità.
Immaginare una vita insieme ed agire concretamente per realizzarla è un elemento di successo per tutte le coppie.
Chiaramente, per quelle che non hanno possibilità reali di poter costruire un futuro insieme, tale aspetto diviene un nodo criticoe, in molti casi, anche il motivo della rottura.
E’ questa, infatti, la differenza sostanziale tra una coppia che può riunirsi e un’altra che non ha prospettive di farlo.
Di conseguenze, la distanza che gli innamorati riescono a superare è quella circoscritta nel tempo; quella invece che sembra senza soluzione porta, nella maggioranza dei casi, alla chiusura della storia.

Scegliere se continuare o meno una relazione a distanzaè, in entrambi i casi, un atto estremamente difficile e coraggioso.
Si tratta di decidere se fare un salto nel vuoto oppure no.
Sono decisioni che possono cambiare radicalmente la vita di chi si trova in situazioni di questo tipo, quindi è umano sentirsi profondamente in crisi nel non sapere cosa fare.
C’è da dire, però, che se ci aspettiamo di conoscere la scelta giusta in assoluto, non saremo mai in grado di farla… Non possiamo prevedere il futuro né sapere a cosa ci porterà la decisione di continuare una storia oppure di interromperla.
Quello che possiamo fare, è capire cosa c’è dentro il nostro cuore.
Un po’ di silenzio interiore ci aiuterà sicuramente a sentire cosa desideriamo veramente per noi stessi.

E quando l’avremo sentito, allora quella sarà la scelta giusta per noi.
Antonella D’Oriano

 

Lascia un commento

*

Privacy Policy