Questo sito contribuisce alla audience di

Siamo tutti seduttori?

Che cos’è la seduzione? Ma soprattutto ci sono i veri seduttori o tutti possiamo imparare ad esserlo? Leggi come fare su Pinkroma.it

seduzione_richard_gere_american_gigolo_pinkroma

 

 

Per seduzione si intende quel processo attraverso il quale una persona attrae a sé un’altra in una relazione sentimentale o sessuale.

Dal latino se-ducere significa condurre a sé sottolineando il potere attrattivo che ogni gesto o parola possono avere sulla possibile “preda”.
La seduzione è quindi un modo di comunicare se stesso, la propria carica energetica e sessuale a chi ci circonda e, in particolare, a chi desideriamo conquistare.
Ma che caratteristiche ha un vero “seduttore” e che cosa possiamo fare noi per essere dei seduttori?
Un seduttore è colui che innanzitutto conosce se stesso, i propri punti di forza e i propri limiti, sa valorizzarsi e accettare i propri difetti oltre che utilizzare al meglio i propri pregi.

Il seduttore nutre profonda stima per sé e fiducia negli altri e riesce a farli sentire importanti e a proprio agio; sa essere ironico e autoironico con eleganza e senza esagerare.
Se ci riflettiamo bene, scopriamo che queste sono caratteristiche che potenzialmente ognuno di noi possiede e se qualcuno crede di non saper sedurre è perché finora non l’ha saputo fare, ma non vuol dire di certo che non ne è capace.

La seduzione è un modo di esprimere il proprio carisma, ma il carisma è personale e ognuno ha il suo, unico e irripetibile.

Siamo molto più goffi quando cerchiamo di prendere in prestito dall’esterno modelli di personaggi famosi che riconosciamo essere seduttivi e che, per questo, crediamo possano aiutarci ad avere fascino senza sapere che proprio in quel momento lo stiamo perdendo in quanto stiamo rinunciando alla nostra “fragranza” personale.
Ci siamo mai chiesti perché le imitazioni ci fanno ridere? Perché sappiamo intuitivamente oltre che cognitivamente che non sono reali, ma esagerazioni di qualcosa di originale…
Proviamo allora a rinunciare a essere qualcosa che non siamo e sviluppiamo sempre più il coraggio di essere noi stessi.

Carl Rogers, psicologo statunitense che ha fondato un approccio psicoterapeutico Centrato sulla Persona diceva “tutto quello che sono è sufficiente se solo riesco ad esserlo…. ”

E’ proprio così, ma quanto è faticoso!
Riprendere modelli già “belli e fatti” è molto più semplice e, soprattutto, non ci richiede grandi sforzi personali che invece dovremmo fare qualora decidessimo di capire qualcosa di più su di noi, sulla nostra sfera intima e su come ci relazioniamo con l’altro sesso.

E’ vero, cercare fuori è più comodo, ma se smettessimo di guardare fuori e iniziassimo a guardare dentro, troveremmo lì il vero maestro di seduzione: Noi stessi!

Antonella D’Oriano

Articolo scritto da Redazione