Il balletto Russo approda a Roma con una mostra di Nikolaj Nikogosyan e Elena Garshina

0
60
Il balletto Russo approda a Roma con una mostra di Nikolaj Nikogosyan e Elena Garshina
Il balletto Russo approda a Roma con una mostra di Nikolaj Nikogosyan e Elena Garshina
Il 29 aprile, nell’ambito dei festeggiamenti della Giornata Internazionale della Danza, a Roma è stata inaugurata la mostra “Il Balletto Russo” presso il Centro Russo di Scienza e Cultura. La mostra include le opere artistiche di vari generi – pittura, grafica, scultura, create da Nikolaj Nikogosyan, artista armeno, uno dei massimi artisti dell’era sovietica e post-sovietica, membro effettivo dell’Accademia Russa di Belle Arti, e da Elena Garshina, giovane artista russa, allieva di Nikolaj Nikogosyan. 
Tutte le opere sono unite dal tema del balletto, raccontato attraverso i ritratti delle ballerine, dipinte sulla tela o in statue bronzee, i pastelli e le immagini che dimostrano le esibizioni sul palcoscenico e la vita dietro le quinte.
mostra balletto russo roma
Il balletto non è una scelta casuale.
È un tema molto importante per tutti e due gli artisti.
Nikogosyan da giovane ha studiato danza e voleva diventare un grande ballerino. Il suo destino ha riservato altri progetti per lui e così è diventato artista. Ma la passione per la danza gli è rimasta per sempre. Ha conosciuto personalmente tutti i più importanti personaggi del balletto russo del XX secolo, da Galina Ulanova fino a Maja Plissetskaja.
Elena Garshina da sempre è stata appassionata di musica, sopratutto di Tchajkovskij e dei suoi balletti Il Lago dei Cigni, Lo Schiaccianoci, La Bella Addormentata. Così è stata ispirata dal tema di balletto e sostenuta dal suo maestro.
Il Teatro Mariinsky di S. Pietroburgo
Il Teatro Mariinsky di S. Pietroburgo
Durante il vernissage è stata raccontata la storia del balletto russo (accompagnata dalle note di Chopin interpretato da Giulia Biscione, studentessa del Conservatorio di Potenza), sorprendentemente spesso legata all’Italia.
Ad esempio, è interessante scoprire che Maria Taglioni, una delle prime ballerine a danzare sulle punte per tutto lo spettacolo (nel 1832 ballò tutta “La Sylphide” sulle punte), è stata tra il 1837 e il 1839 l’étoile del Teatro di San Pietroburgo.
Pierina Legnani è stata talmente popolare e tecnicamente dotata da diventare la prima ad ottenere il titolo di prima ballerina assoluta per il Balletto Imperiale di San Pietroburgo, dal 1893 al 1901.
Maja Plissetskaja, considerata la più grande ballerina dell’epoca moderna, invece fu nominata direttore del Balletto dell’Opera di Roma per la stagione 1983—1984.
Al vernissage era presente Elena, visibilmente emozionata.
Ha confessato di essere completamente affascinata e rapita da Roma, un vero scrigno ricco di storia e di capolavori d’arte. Il Maestro Nikogosyan desiderava venire in Italia al vernissage, ma la sua più che rispettabile età (nel dicembre 2013 ha compiuto 95 anni!) ha impedito la presenza.
La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 22 maggio presso il Centro Russo di Scienza e Cultura (piazza Benedetto Cairoli, 6).
by Iana Nekrassova
http://youtu.be/64_0Kyk8Yf0

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here