Quel che c’è da sapere sulla ricostruzione delle unghie

339

Siete delle vere e proprie appassionate della cosmesi e in particolar modo vi divertite a “ingellarvi” le unghie con smalti diversi ogni volta? Allora siete nel posto giusto per conoscere qualche informazione interessante in merito.

In particolar modo parleremo della ricostruzione delle unghie per poi darvi qualche accenno sul gel semipermanente.

La ricostruzione delle unghie in gel si chiama così proprio perché fa riferimento ad una tecnica estetica che va a ricostruire un’unghia che può essere inizialmente danneggiata da onicofagia oppure per un’unghia troppo corta ( per la quale sarebbe difficile fare una bella manicure ).

Sfatiamo il mito del gel rovina-unghie: negli ultimi tempi erano nate teorie sul fatto che il gel potesse essere nocivo per la salute della pelle e per l’unghia stessa, ma non è così! Il gel può essere utilizzato anche da coloro che possiedono unghie fragili o che tendono a sfaldarsi perché va a rinforzare il letto ungueale permettendogli di crescere meglio.

Dall’estetista o “unghie fatte in casa” ?

Dove si può effettuare la ricostruzione delle unghie? Se non siete preparate in materia e non avete voglia di cimentarvi nell’arte della ricostruzione in gel, potete tranquillamente affidarvi a mani più esperte, presso estetiste specializzate o presso un’onicotecnica.

Se invece siete dell’altra scuola di pensiero, ossia chi fa da sé fa per tre, e preferite farvi le vostre unghie in casa, sappiate che dovrete ben attrezzarvi con strumenti e prodotti adeguati. Per dare un’occhiata ad alcuni prodotti potete consultare LaFemme, una piattaforma specializzata che offre tutto ciò che serve per i trattamenti unghie (Ricostruzione, Nail Care e Nail Art).

Andiamo quindi a vedere nel dettaglio tutto ciò che serve per realizzare la vostra ricostruzione in gel. Naturalmente come prima cosa dovete selezionare il gel, che può essere scelto monofasico o trifasico.
Per essere precisi, il gel monofasico è un all-in-one, ossia un unico prodotto che fa per tutti.
Il sistema del gel trifasico prevede invece l’utilizzo di tre prodotti: un gel base, un gel costruttore ed un gel sigillante.
Esistono poi i gel camouflage, i quali vanno a ricostruire l’unghia coprendo contemporaneamente ingiallimenti ed imperfezioni.
Oltre al gel vi serviranno: un primer, una lima apposita ( ma anche più di una ), un cleaner, un solvente e dei bastoncini di legno d’arancio.

Cos’è la polimerizzazione?

La polimerizzazione è un processo fondamentale per la ricostruzione in gel e l’agente polimerizzante in questione è precisamente la lampada ad UV o led: queste lampade servono infatti a “polimerizzare” il gel, indurendolo.
Ultimamente, in qualche salone, è possibile trovare al posto delle normali lampade uv le luci a LED (Light Emitting Diode). Non si percepisce troppa differenza fra le due, ma una vera diversità la si può trovare nei tempi di polimerizzazione: i LED ci mettono la metà del tempo rispetto alle lampade UV.

Gel semipermanente

Per quanto riguarda invece il gel semipermanente, dovete sapere che si tratta di un prodotto fotoindurente che si colloca esattamente a metà fra la ricostruzione in gel e il normale smalto che tutte conosciamo.
Anche per questo sistema, se vorrete applicarlo in casa da sole, dovrete acquistare alcuni prodotti necessari, quali: la lampada UV-LED, un prodotto per rimuovere lo smalto ( ossia un solvente specifico ), uno smalto gel base, un fissante top coat e lo smalto semipermanente del colore che preferite.

Il consiglio che vi vogliamo dare è quello, specialmente per le prime volte, di affidarvi ad un’estetista o ad esperta del semipermanente. Potete immaginare da sole che il prezzo sarà sicuramente più alto, ma la qualità decisamente ottima nella maggior parte dei casi. Viaggerete dai 15 ai 40 euro, per capirci. Questo solo per la stesura del semipermanente ( ossia senza manicure ).
Il vantaggio è che potrete rilassarvi pensando unicamente al colore che più vi piace.

Leave A Reply

Your email address will not be published.