Roma, primo ciak a Cinecittà per il nuovo film di Carlo Verdone “Sotto una buona stella”

0
73

Pronto per il giorno di S. Valentino il nuovo film di Carlo Verdone “Sotto una buona Stella”. Il primo ciak in questi giorni agli Studios di Cinecittà

 

carlo_verdone_nuovo_film_sotto_una_buona_stella_1

 

A Roma il primo ciak per Sotto una buona stella il nuovo film di Carlo Verdone, qui ancora una volta regista e attore, con Paola Cortellesi, per la prima volta al suo fianco, e cheuscirà il giorno di San Valentino.

Poco tempo quindi per il film che sarà girato a Roma negli studi di Cinecittà, perchè, come ha detto con orgoglio Verdone, «bisogna dare l’esempio ai colleghi e sostenere questa struttura, che tanto ha dato al cinema italiano».

Gli altri protagonisti del film sono: Tea Falco (nel ruolo della figlia di Verdone), Lorenzo Richelmy (il figlio) ed Eleonora Sergio (nel ruolo della compagna di Verdone).

Sotto una buona stella racconta la storia di un padre (Carlo Verdone, nel ruolo di Federico Picchioni) che si è separato dalla moglie quando i figli erano ancora piccoli. Nel corso degli anni, grazie ad una brillante carriera in una holding finanziaria, non ha fatto mai mancare nulla alla famiglia ma la sua totale assenza, affettiva e fisica, specialmente verso i figli, è stata imperdonabile.

Poi l’improvvisa morte della moglie ed uno scandalo finanziario che lo riduce quasi in rovina. Non potendo più permettersi di pagare l’affitto ai figli, è costretto a farli andare a vivere a casa sua. La convivenza si rivela da subito comicamente tragica e la prima a rimetterci è la compagna di Carlo, Gemma, che, mal sopportando l’irruenza dei ragazzi, nel giro di 48 ore fa le valige e se ne va.

L’arrivo nell’appartamento accanto di una nuova inquilina, Luisa (Paola Cortellesi), avrà giorno dopo giorno un effetto positivo nei rapporto tra padre e figli. Risanatrice di aziende e quindi «tagliatrice di teste» la povera Luisa è costretta, suo malgrado, causa crisi a licenziare ad un ritmo vertiginoso, ed è per questo oggetto di buffe telefonate di insulti…. Il suo carattere positivo e la sua generosità sono la sua forza. Quasi un riscatto dal «crudele» lavoro che svolge e che detesta.

Come Luisa aiuterà Federico in tutti i suoi problemi, lui a sua volta aiuterà lei. Sembrano destinati ad una bella e solida amicizia. Ma la partenza dall’Italia dei figli di Federico li lascerà soli…

Il film è sceneggiato dallo stesso Verdone con Pasquale Plastino, Gabriele Pignotta e Maruska Albertazzi, prodotto dalla Filmauro di Aurelio e Luigi De Laurentiis, si avvale della direzione della fotografia di Ennio Guarnieri, che torna con Verdone dopo «Un Sacco Bello», «Borotalco» e la recente« Cenerentola» di Rossini in mondovisione, delle musiche di Umberto Scipione e del montaggio di Claudio Di Mauro.

I produttori Aurelio e Luigi De Laurentiis, così commentano: «Questo è il nostro ottavo film con Carlo che, come sempre, ha scritto una storia molto intrigante.Quando Carlo ci ha raccontato l’idea del film abbiamo riscontrato lo stesso clima di un film che amiamo molto» il mio miglior nemico«.

In quel caso Carlo era messo a dura prova da un ventenne. In questo nuovo film è messo a dura prova dalla società. Il suo personaggio è contro l’idea tradizionale della famiglia. È contro tutti ed inavvertitamente contro se stesso. Al giorno d’oggi è infatti estremamente complicato vivere felici. Invece il personaggio interpretato da Carlo, un uomo di mezza età apparentemente annientato da una crisi professionale, finanziaria e affettiva, si recupera alla vita attraverso un continuo e reciproco confronto con i figli e grazie all’incontro con una donna spiritosa, divertente e intelligente».

Aurelio e Luigi De Laurentiis cosi concludono: «Carlo ha saputo disegnare dei personaggi estremamente ironici e a volte esilaranti. Così somiglianti alla vita degli spettatori giovani e adulti che si divertiranno a vedersi sullo schermo rappresentati in maniera assai vicina alla realtà di tutti noi».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here