Home PINK POWER: L’ULTIMO TANGO DI GRILLO & DUDU’ INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEDE DI TISCALI A SA ILLETTA

INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEDE DI TISCALI A SA ILLETTA

Roma, 13 feb. (Apcom) – La Corte Costituzionale ha dichiarato
l’illegittimità costituzionale di alcuni punti della legge della
Regione Sardegna del 2006 che istituiva le cosiddette tasse sul
lusso. In particolare, la Consulta ha bocciato l’imposta
regionale sulle plusvalenze delle seconde case ad uso turistico,
prevista dall’articolo 2 della legge regionale n.4/2006, sia nel
testo previgente che in quello attualmente in vigore, nonché
l’imposta sulle seconde case ad uso turistico, prevista
dall’articolo 3 della stessa legge. Lo rende noto un comunicato
della Consulta.

Dal palazzo della Regione Sardegna, per il momento, la linea scelta è quella del silenzio.

Il presidente ella Regione Renato Soru e il suo staff attendono
di conoscere il provvedimento integrale ufficiale della Corte
Costituzionale, per capire come poter agire ed eventualmente
modificare la tassa introdotta anche nella legge Finanziaria
regionale del 2008. La Corte dopo l’impugnazione del Consiglio
dei ministri ha cassato le leggi finanziarie regionali del 2006 e del 2007 nella parte in cui venivano passate le plusvalenze sulle compravendite immobiliari e le tasse sulle seconde case.

Relativamente alla tassa sui voli charter che costituiscono la maggioranza di quelli che arrivano in Sardegna nella stagione
estiva la Corte ha rinviato il giudizio alla Corte di Giustizia
europea dell’Aia. E’ stata ritenuta legittima invece la tassa di
soggiorno.

- Advertisement -

MOST POPULAR

HOT NEWS