Roma, l’agenzia di stampa Omniroma compie 10 anni

0
251

Dieci anni fa nasceva Omniroma. Con un intento: colmare quello spazio che nell'informazione locale separava le agenzie di stampa da un racconto più puntuale e approfondito dei fatti e degli eventi della Capitale d'Italia. Le parole del Direttore e fondatore Giuseppe Musmarra

GIUSEPPE MUSMARRA OMNIROMA

Dieci anni fa nasceva Omniroma.

 

Con un intento: colmare quello spazio che nell'informazione locale separava le agenzie di stampa da un racconto più puntuale e approfondito dei fatti e degli eventi della Capitale d'Italia.

 

Il Direttore e fondatore dell'Agenzia Omniroma, Giuseppe Musmarra, ha dichiarato in unanotache "A parte la giornata odierna, per la quale chiediamo anticipatamente scusa ove dovessimo incappare in errori dovuti all'elevato tasso alcolemico derivante dalle modeste celebrazioni cui diamo corso, siamo riusciti a creare un prodotto preciso, nuovo, puntuale, curioso, indipendente. Una scommessa professionale difficile, ideata e creata insieme con gli amici Angelo Liotta e Marco Pasqua cui ancora oggi va il mio ringraziamento e la mia riconoscenza. Riconoscenza che va estesa a tutti coloro che hanno contribuito, in questi anni, a vari livelli, ma comunque con passione e generosità encomiabili, all'affermazione di un progetto.

 

Bisogna sempre ben guardarsi dal superomismo nella concezione di sé e praticare invece – direi metodologicamente – la cultura del dubbio, perché il dubbio genera curiosità ed è la curiosità – in fondo – a muovere il nostro mondo. In questo lavoro, come sostanzialmente in ogni altra attività umana, direi che alla fine ciò che conta è il valore. Ecco, in questi anni abbiamo creato valore professionale. Da noi si sono formati giornalisti spesso eccellenti e quasi sempre eccellenti persone, che hanno generalmente condiviso il concetto fondante sul quale si basa la nostra esperienza: l'indipendenza.

 

Nel pieno di una crisi mondiale e nazionale, una crisi che ha marcatamente desertificato il settore dell'editoria, a mio avviso l'indipendenza costituisce una ricchezza da non sottovalutare Ogni volta che si vive l'informazione con un approccio ideologico, deformando i fatti a seconda delle proprie idee, ogni volta che ci si mette in testa l'elmetto di un partito, sotto bandiere verdi, rosse o nere, ebbene a mio avviso si tradisce quello che dovrebbe essere il senso reale del nostro dovere. Perché in fin dei conti le bandiere politiche cambiano, i furori si sopiscono, le mode finiscono, ma non tramontano il desiderio e il bisogno di verità, senza compiacenze e senza pregiudizi. In questi anni, abbiamo veduto a Roma e nel Lazio dipanarsi molte vicende personali, strutturali e politiche, assistito a repentini mutamenti di scena, come avviene in ogni commedia umana. In questo contesto, abbiamo svolto il ruolo di testimoni attivi e curiosi della realtà".

 

L'archivio storico Orma (Omniroma Ricerca Materiale Archivio) costituisce una testimonianza di assoluto rilievo, una fonte pressoché immensa di consultazione degli eventi romani degli ultimi deci anni.

"Gradirei ringraziare  – aggiunge Musmarra – i media che ci danno fiducia, le forze dell'ordine – tutte – i cui componenti sono i veri quotidiani eroi di questa città. Il mondo del volontariato e dell'associazionismo, così attivo, le aziende impegnate a fronteggiare crisi esplose in molti settori, le istituzioni, il cui lavoro seguiamo attentamente, i partiti politici e i gruppi consiliari di maggioranza, ma soprattutto di opposizione. Proprio il rapporto con le opposizioni, in questi anni di lavoro, è risultato particolarmente prezioso. Alle opposizioni va sempre dato uno spazio supplementare, perché svolgono un ruolo di controllo e di garanzia esaltando i valori dell'intera collettività, e così migliorano e qualificano il lavoro delle amministrazioni. Dagli inizi, dal difficile lavoro di accreditamento presso ogni realtà cittadina, abbiamo via via acquisito importanza e attendibilità, superando il comprensibile scetticismo che sempre un pò crudelmente si riserva alle matricole. Oggi, a Roma, in questa città difficile e straordinaria, una notizia viene considerata vera anche perché la scriviamo noi. E scusate, saranno minuzie, ma non è poco".

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here