Home » Love & Sex » Relazioni » Corsi di difesa personale: occasione di conquiste interiori Corsi di difesa personale: occasione di conquiste interiori

0
32

Tante donne scelgono di iniziare un corso di difesa personale. Questi corsi utili per il fisico, si trasformano spesso in occasioni di conquiste interiori.

 

maltrattamenti-donne

 

 

Difesa personale. Un insieme di tecniche che rendono una persona capace di reagire a un’aggressione. E’ un tipo di insegnamento che implica l’apprendimento di tecniche tanto fisiche quanto psicologiche.
Negli ultimi anni, i corsi di autodifesa hanno visto una partecipazione sempre più ampia da parte delle donne le quali sono maggiormente esposte ai rischi di aggressioni personali, come la cronaca quotidiana testimonia. Tali aggressioni possono essere di tipo fisico, sessuale o psicologico. Da questo quadro alquanto preoccupante, emerge un forte bisogno da parte delle donne di sentirsi al sicuro. Esse, quindi, cercano di far proprie tecniche che le aiuteranno a sfuggire all’aggressione.

Ma cosa spinge una donna a iscriversi a un corso di autodifesa? Il desiderio di non doversi più preoccupare di tornare a casa da sola dopo le dieci di sera, per esempio. Decidere di partecipare a un corso di autodifesa diventa, quindi, un modo di ribellarsi a tutte queste restrizioni.
E’ un modo per dire: “mi riprendo la mia libertà!”.
Se consideriamo un aspetto puramente fisico, la donna media si troverà a doversi scontrare sempre con qualcuno più forte di lei quindi già nell’immaginario, si insinua in lei una sorta di sfiducia. La donna si aspetterà, verosimilmente, di incontrare qualcuno con una superiorità fisica. Tale consapevolezza gioca un ruolo importante nell’aumento di uno stato di ansia. Ma questo non è l’unico aspetto psicologico che incide nella scelta da parte di una donna di iniziare un corso di difesa personale…
Storicamente, la donna è stata educata a valori quali la vulnerabilità, la fragilità, la debolezza che sono diventate caratteristiche del “gentil sesso” riconoscendo, contemporaneamente, all’uomo aspetti legati alla forza, alcoraggio, all’aggressività. Di conseguenza, il primo limite che la donna deve superare per potersi dedicare con tutta se stessa in una simile impresa è quello interiore. Essendo stata abituata, culturalmente, a sentirsi al sicuro SOLO con un uomo, ora deve invece de-condizionarsi e imprimere profondamente nelle proprio patrimonio culturale che può farcela da sola.

Ecco perché insieme all’apprendimento di tecniche fisiche, deve iniziare un lavoro dentro se stessa di autostima e fiducia nelle proprie capacità. Deve poter profondamente percepire che non c’è nulla che l’uomo può darle che ella stessa non sia in grado di tirare fuori dalla sua stessa vita.
E’ un doppio percorso, una doppia fatica, ma una doppia gratificazione.
E se accadrà, come speriamo, che non subirà nessuna aggressione, la differenza l’avrà fatta la percezione che, comunque sia, ci sarebbe stata LEI a proteggere se stessa…
Antonella D’Oriano 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here